Rete Nuove Dipendenze

Rete Nuove Dipendenze
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Area pubblica: per i professionisti
 Spazio opinione
 Lo stalking è reato
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Rosy
Rete Nuove Dipendenze


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Tivoli


138 Messaggi

Inserito il - 27/06/2008 : 22:06:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rosy Invia a Rosy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
In questi giorni sono comparsi sulla stampa nazionale molti articoli sullo stalking, sulla sindrome delle molestie assillanti, che miete molte vittime, in altissima percentuale femminile, ma non mancano vittime maschili, ogni anno in Italia, come in altri Paesi. In Italia era del tutto assente un provvedimento legislativo in merito alla punibilità dei comportamenti persecutori, agiti spesso da ex partners e conoscenti delle vittime.

Anche in Italia,seppure tardivamente rispetto ad altri Paesi europei,lo stalking è diventato reato, perseguibile penalmente con punizioni severe in caso di morte della vittima.

Bene, ma non basta.

Occorre intervenire con misure di sostegno sociale e cura, medica e psicologica,in favore delle vittime.Chi lavora in questo ambito lavora spesso con i traumi prodotti dalla violenza. Occorre predisporre case di accoglienza per quelle donne , vittime spesso della violenza cieca e brutale intrafamiliare, frequentemente sottovalutata e taciuta dalle donne stesse, e per i loro figli.Non si può combattere lo stalking solo con la legge.

Bisogna aiutare le donne, la stragrande maggioranza delle vittime di stalking,abusate, violentate anche nella mente e frequentemente anche uccise,a rivolgersi a strutture socio-sanitarie, ad associazioni di auto-mutuo-aiuto, ad operatori qualificati, per uscire dal silenzio e dall'isolamento della paura e del terrore.

La violenza intrafamiliare spesso prelude al comportamento persecutorio dell'ex partner quando la donna, più spesso che l'uomo, decide di allontanarsi , di separarsi dal partner, che non accetta la separazione.
Bisogna offrire soluzioni concrete.
Si parla di blocco dei processi. Leggevo su " La Repubblica " ,alcuni giorni fa, che tra questi figuravano anche i processi per violenza sessuale...



Rosa Mininno

Modificato da - Rosy in Data 27/06/2008 22:08:03
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Rete Nuove Dipendenze © Movimento Psicologi Indipendenti Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,09 secondi. Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000