Rete Nuove Dipendenze

Rete Nuove Dipendenze
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Area RND: gruppi di lavoro
 Psicoterapia
 Psicoterapia cognitivo comportamentale via web
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Rosy
Rete Nuove Dipendenze


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Tivoli


138 Messaggi

Inserito il - 08/09/2009 : 19:35:00  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rosy Invia a Rosy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando

Lo studio pubblicato sulla rivista The Lancet, che segnalo di seguito, è interessante e induce a riflettere sull'utilizzazione "positiva " di Internet anche a fini terapeutici.

Rosa Mininno


Efficace anche via internet?
fonte Yahoo! Salute

Il ricorso a una terapia cognitivo-comportamentale a distanza via web sembra migliorare significativamente la condizione psicologica dei pazienti colpiti da depressione anche grave. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista The Lancet. Per verificare l’efficacia e la fattibilità di una terapia comportamentale a distanza, David Kessler e i colleghi della University of Bristol hanno preso in esame un campione di 297 pazienti di età compresa tra i 18 e i 75 anni e affetti da depressione maggiore con punteggio Beck Depression Inventory (BDI) superiore a 14. I pazienti sono stati randomizzati a ricevere un intervento assistenziale nel reparto di Medicina Generale o a effettuare una terapia cognitivo-comportamentale a distanza via web, consistente in 10 sessioni da 55 minuti da compiere in un periodo di 16 settimane. A 4 mesi dall’inizio dello studio, il 38% dei pazienti sottoposti a terapia cognitivo-comportamentale a distanza mostrava significativi miglioramenti del disturbo depressivo e un parziale recupero dalla malattia (punteggio BDI inferiore a 10) rispetto al 24% dei pazienti del gruppo di controllo. A 8 mesi di distanza, inoltre, il 42% dei pazienti sottoposti a terapia comportale a distanza mostrava miglioramenti rispetto al 24% dei pazienti assistiti in Medicina Generale.

In un editoriale di accompagnamento all’articolo, Gregory Simon e Evette Ludman del Group Health Research Institute di Seattle sottolineano come l’avvento delle nuove tecnologie di comunicazione a distanza possa permettere un miglior accesso alle terapie psicologiche come la cognitivo-comportamentale, favorendo una maggior flessibilità dei trattamenti anche per i pazienti che vivono nelle aree più remote dei Paesi.

Fonti: Kessler D et al. Therapist-delivered internet psychotherapy for depression in primary care: a randomised controlled trial. Lancet 2009; 374:628-34. Simon G and Ludman E. It's time for disruptive innovation in psychotherapy. Lancet 2009; 374:594-5.
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Rete Nuove Dipendenze © Movimento Psicologi Indipendenti Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000