Rete Nuove Dipendenze

Rete Nuove Dipendenze
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Area RND: gruppi di lavoro
 Dipendenza da lavoro
 XI Giornata naz.della Salute nei luoghi di lavoro
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Rosy
Rete Nuove Dipendenze


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Tivoli


138 Messaggi

Inserito il - 16/02/2010 : 20:28:08  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rosy Invia a Rosy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Di stress, ansia, depressione soffrono milioni di uomini e donne. Ne soffre chi il lavoro ce l'ha, chi ne è dipendente e chi il lavoro lo perde con conseguenze a volte drammatiche. Non si tratta di un fenomeno solo italiano, ma internazionale . Segnalo in occasione della XI Giornata Nazionale della Salute nei luoghi di lavoro l'articolo pubblicato da " Dire Sanità " con i risultati di una importante indagine condotta in Italia dall'I.S.P.E.S.L. Istituto Superiore Prevenzione E Sicurezza sul Lavoro.

Rosa Mininno


SALUTE. LAVORARE FA MALE? 8 MILIONI CON STRESS ED ANSIA
ISPESL, XI GIORNATA NAZIONALE DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO.
(DIRE - Notiziario Sanita') Roma, 16 feb. - Lavorare fa male? 8 milioni e 706mila italiani ritengono il lavoro un fattore di rischio per la salute fisica, e 4 milioni e 58mila di rischio per l'equilibrio psicologico. Stress, depressione e ansia, sono questi i principali disturbi che colpiscono 10 milioni di italiani, 3 milioni dei quali in forma cosi' grave da causare problemi di salute. Lo rivela il rapporto dell'Ispesl, che oggi celebra la XI Giornata Nazionale di Informazione sulla Promozione della Salute nei Luoghi di Lavoro. Oltre 2 milioni e 797mila dichiarano di avere problemi di salute causati proprio dal lavoro. Le donne (5,4%) sono piu' esposte degli uomini (4,1%), la fascia di eta' tra i 35 e i 44 anni e' piu' esposta delle altre.

Un fenomeno non solo italiano, ma diffuso in tutto il mondo, tanto da convincere gli esperti europei a dar vita alla campagna "Lavorare in sintonia con la vita", realizzata con il network europeo per la "Promozione della Salute nei luoghi di lavoro".


Modificato da - Rosy in Data 16/02/2010 20:29:25
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Rete Nuove Dipendenze © Movimento Psicologi Indipendenti Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000