Rete Nuove Dipendenze

Rete Nuove Dipendenze
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Area RND: gruppi di lavoro
 Internet dipendenze
 Un centro inglese per i giovani internetdipendenti
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Rosy
Rete Nuove Dipendenze


Regione: Lazio
Prov.: Roma
Città: Tivoli


138 Messaggi

Inserito il - 22/03/2010 : 21:17:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Rosy Invia a Rosy un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
In Giappone esistono da anni centri psichiatrici specializzati per i giovani internetdipendenti.Il centro aperto recentemente al Gemelli di Roma , ora quello specifico per giovani a Londra confermano la preoccupante tendenza all'abuso di internet , del pc , dei videogiochi ,che dal nostro convegno a Firenze del 2008 noi della Rete Nuove Dipendenze lanciammo alla stampa ,al pubblico e all'ambiente professionale.

Come il gioco d'azzardo, le tecnodipendenze chiudono le menti dei giovani in mondi e modi distanti dalla realtà. L'isolamento, il ritiro sociale, le difficoltà di relazione,la compromissione delle capacità critiche sono in agguato, catturano e imprigionano la mente del dipendente.Esiste solo il gioco, esiste solo il pc , esistono le sue applicazioni, ma il rischio maggiore è che non esistano più la persona e il mondo reale.

Di seguito l'articolo pubblicato oggi su " Dire Giovani ".

Rosa Mininno


TECNO-DIPENDENZA, A LONDRA CURANO GLI "SCREENAGER"
GLI ADOLESCENTI CHE PASSANO INTERE GIORNATE DAVANTI AL PC
(DIRE - Notiziario Minori) Roma, 22 mar. - Screenager. Sono gli adolescenti, dai 12 anni in su, che sono soliti trascorrere parecchie ore, circa 17 ore al giorno, dinanzi al PC o alla PlayStation e cadono in astinenza se li si priva di mouse e joy-stick.

Li curano a Londra, presso il pionieristico centro Capio Nightingale Hospital. La riabilitazione comporta oltre che, naturalmente, l'assoluta sottrazione di ogni gadget di natura tecnologica, anche l'insegnamento di tecniche di socializzazione e interazione face to face e lezioni all'aria aperta.

Al pari del gioco d'azzardo, l'assuefazione alla tecnologia sprigiona irrequietezza, disturbi del sonno, depressione, carenza di appetito, stanchezza cronica e tendenza all'isolamento. Non sono stati rari i casi in cui si e' giunti al punto di richiedere l'intervento della polizia.

Stando ad alcune stime, nel Regno Unito soffre di tale dipendenza circa il 10% dei 46,6 milioni di navigatori della rete.

Anche in Italia, presso l'ospedale Gemelli di Roma, e' attivo da pochi mesi un servizio analogo rivolto a tutte le eta' per la cura dell'Internet Addiction Disorder ovvero, appunto, la dipendenza patologica da internet, con disturbi di comportamento ossessivo verso il Web e la tecnologia.

(Wel/ Dire)
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Rete Nuove Dipendenze © Movimento Psicologi Indipendenti Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,06 secondi. Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000