Rete Nuove Dipendenze

Rete Nuove Dipendenze
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Area pubblica: per gli utenti
 Nuove dipendenze: gli esperti rispondono
 Shopping compulsivo: cosa fare?
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione  

Administrator
Amministratore



Regione: Toscana
Prov.: Firenze
Città: Firenze


145 Messaggi

Inserito il - 04/10/2010 : 11:02:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Administrator Invia a Administrator un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Domanda: Buongiorno, abbiamo un problema un grave famiglia. E' ormai acclarato che la sorella di mio marito 30 anni è affetta da shopping compulsivo. La scoperta risale a circa 2 anni. Godendo della piena fiducia dei genitori (70enni), ha sperperato parecchi soldi depoitati in banca, in regali vari e acquisti di ogni genere. Si è fatta anche seguire da uno psicologo (ora ha smesso ), al quale ha raccontato solo bugie. Il problema persiste, lei ad ogni sollecitazione rimane muta e ad ogni tentativo di presa di coscienza reagisce in maniera quasi isterica. Abbiamo paura di una sua reazione esagerata, cosa dobbiamo fare? A chi dobbiamo rivolgerci? A che livello è il suo problema,sarà mai risolto? Grazie di cuore.

Risposta: Lo shopping compulsivo è una dipendenza classificata come tale solo negli ultimi anni , comporta uno totale stravolgimento nell'ambiente familiare con seri rischi psichici ed economi sia per il soggetto dipendente che per tutto l'ambiente circostante.

E' molto difficile far ammettere allo shopper compulsivo la sua dipendenza; questo è il primo passo per poter iniziare seriamente un percorso di cura dalla dipendenza stessa. Anche se il primo tentativo con lo psicologo non è andato a buon fine, è necessario inviare la sua parente da uno psicologo psicoterapeuta ed iniziare una psicoterapia individuale o di gruppo.

Il desiderio di comprare in modo spasmodico, infatti, non si esaurisce con la voglia di possedere ma soggiace a regole molte precise che riguardano la struttura della personalità; regole antiche acquisite per difendersi o dall'ambiente o dalle proprio ansie. Può rappresentare una variazione del disturbo ossessivo compulsivo (e questo va valutato dallo specialista), oppure un meccanismo strutturato per alleviare la depressione conseguente alla mancanza di stima o, invece, per riempire un vuoto interiore. Spetta allo psicoterapeuta indagare su queste dinamiche ed aiutare il paziente a superarle.

A questo proposito le consiglio di leggere i seguenti articoli relativi a questo disturbo su che può trovare al seguente link:

Tedaldi, S. Lo shopping compulsivo (2008)
Mininno, R. Nuove Dipendenze: complessità e possibilità d'intervento (2007)
Cordiali saluti

Risponde: Stefania Tedaldi, Psicologo Psicoterapeuta



titolo: Shopping compulsivo: cosa fare?
autore: Stefania Tedaldi
richiedente: Sissi, 30 anni
data di pubblicazione: 04/10/2010
link: http://www.retenuovedipendenze.it/esperto/risposta.asp?cod=14516
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Rete Nuove Dipendenze © Movimento Psicologi Indipendenti Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,05 secondi. Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000